Funziona davvero combinare la Mindfulness e la Gestione Emotiva con lo sviluppo dei punti di forza personali?

Forse questa è una delle domande più usate nella scienza: dimostrare che qualcosa è DAVVERO EFFICACE

Come Facciamo a sapere se la tecnica che è stata utilizzata, quel farmaco che è stato somministrato o quel trattamento che è stato prescritto funziona davvero? La risposta è semplice, ma il metodo forse è più complesso: MISURARE.

Ora, come facciamo a sapere se l'applicazione di un trattamento ha avuto un impatto positivo sui nostri pazienti, studenti o clienti?

Prendendo due misurazioni. Misuriamo prima di applicare il trattamento e dopo l'applicazione, voilà!, ora non ci resta che aggiungere un po' di statistica alla questione, fare qualche click sul nostro programma di analisi preferito e così controlleremo se esiste o non una differenza significativa (abbastanza grande da garantire tale differenza) tra queste due misure.

Il nostro obiettivo in questo articolo è mostrare come il corso Mindfulness e gestione emotiva dell'IEPP abbia diminuito i livelli di ansia, depressione e stress e come sia aumentata la soddisfazione per la vita e l'uso equilibrato dei punti di forza.

Maggiore soddisfazione per la vita

L'analisi di questa misura viene effettuata con la scala SWLS (Satisfaction With Life Scale), la misura che abbiamo preso è la media dei punteggi totali. Abbiamo ottenuto 24,9 nella prima misurazione, appena prima che gli studenti iniziassero il corso, e la seconda misurazione che abbiamo ottenuto è stata 27,5, subito dopo averlo terminato. In altre parole, c'è stato un aumento del 25,7% del livello di soddisfazione per la vita. Ciò significa che in media le persone che hanno ricevuto il trattamento hanno aumentato la loro soddisfazione per la vita del 25,7%.

Riduce i sintomi di ansia, stress e depressione

Per questa analisi è stata utilizzata la scala DASS-21 (Depression, Anxiety, and Stress Scales with 21 items). Come nella sezione precedente, sono state effettuate le due misurazioni corrispondenti, una prima di iniziare il corso, abbiamo ottenuto in media 13,2 e l'altra dopo averlo terminato, in media 9,6. Una volta ottenute queste misurazioni ed eseguita l'analisi pertinente, verifichiamo che vi sia una diminuzione significativa di questi sintomi. I sintomi di ansia, stress e depressione si riducono del 27,2%. Se effettuiamo un'analisi più dettagliata sulle diverse dimensioni che compongono questa scala (ansia, stress e depressione), osserviamo che è nella scala della depressione in cui si registra la maggiore riduzione di questi sintomi (34,6%) mentre in ansia e stress si registra una diminuzione rispettivamente del 28,4% e del 26,9%. Concludiamo quindi che, grazie al corso, gli studenti hanno ridotto i loro sintomi del 27,2%.

Più equilibrio

I punti di forza sono come un funambolo, non è consigliabile avere più peso da un lato che dall'altro. Mostrano le loro prestazioni ottimali quando non sono estreme, quando sono posizionate al centro. Il questionario FORTE è quello che abbiamo utilizzato per misurare i punti di forza, prima e dopo il corso. Il miglioramento in questo caso si verifica quando ci sono più punti di forza nel verde, cioè in equilibrio.

Innanzitutto, vengono confrontate entrambe le misurazioni e si ottiene una differenza significativa tra i due momenti, ma questo ha solo indicato che ci sono stati dei cambiamenti, questi cambiamenti sono positivi? Per questo utilizziamo uno strumento semplice e molto utile; la tabella delle frequenze, verificando che se nella fase di pre-trattamento vi era il 70,8% dei punteggi in equilibrio e nella fase successiva il 77,8%, si può concludere che, avendo differenze significative tra le due misurazioni e verificando l'aumento del 7% di il saldo e la diminuzione a sua volta nei punteggi dei punti di forza molto presenti (17,8% al 15,1%) e poco presenti (11,4% al 7,2%), il Questo corso ha comportato un miglioramento statisticamente significativo del 7% nell'uso equilibrato dei punti di forza degli studenti.

I punti di forza che hanno dimostrato di migliorare di più con l'allenamento alla consapevolezza sono stati l'armonia, la gestione emotiva, l'accettazione, la positività, l'universalismo, la direttività, la persistenza, l'umorismo, il perdono, l'impegno e la gratitudine.

Conclusioni

Diversi studi hanno dimostrato che la consapevolezza ha effetti benefici sia per la salute mentale che fisica. Il Corso Mindfulness e Gestione Emotiva è un ulteriore esempio di come, con un programma strutturato, si possano ottenere questi effetti positivi.

Il differenziale di questo corso è l'attenzione alla gestione emotiva e all'uso dei punti di forza personali, che consente di acquisire strumenti, non solo per l'allenamento della consapevolezza, ma aiuta anche a migliorare il benessere psicologico e ridurre il disagio, sia sintomi depressivi, ansia e fatica.

También te puede interesar

Muoviti! La relazione tra corpo e salute

La psicologia positiva studia i tratti e le caratteristiche delle persone che contribuiscono a una vita psicologica ottimale. In questo processo è possibile che una…

Disciplina Positiva: Non urlare contro di me, non ti sento

“La Disciplina Positiva è buon senso e coerenza nella vita, nell'educazione e nei rapporti umani"Marisa Moya Índice1 Cos' è2 Pricipi basici2.1 Amore incondizionato2.2 Gentilezza e…