ejercicios mindfulness para la ansiedad

Autocontrollo e Autoregolazione

"Poco meno di un mese fa è successo qualcosa nella mia vita che mi ha fatto perdere il controllo su me stesso in diversi modi. Me ne accorsi appena, cominciai a fare avanti e indietro verso il frigo per tutto il giorno, senza sentire un briciolo di fame, aumentai il numero di sigarette che fumavo in un solo giorno, e la mia testa andava a duemila all'ora. Aspettavo da due mesi una notizia che sembrava non sarebbe mai arrivata e, a poco a poco, l'incertezza si è trasformata in impazienza e l'impazienza in ansia, finché alla fine mi sono reso conto che stavo perdendo il controllo e la capacità di autoregolare molte delle cose che facevo quotidianamente.

Questa perdita mi ha fatto entrare in una spirale di tremendo disagio, che mi ha fatto sentire ogni giorno più forte le mie emozioni, portandomi infine a perdere la fiducia in me stesso."

Questa è la testimonianza di un paziente che ha recentemente avviato un percorso di Terapia Positiva nell'IEPP.

Cos'è

Secondo i genitori della  Psicologia Positiva, Seligman e Peterson, quello che gli stava accadendo è legato a uno dei punti di forza con cui lavora in questo campo della Psicologia. Nel tuo elenco di punti di forza, si chiama autocontrollo e autoregolazione e si riferisce alla capacità di gestire che ogni persona ha sulle proprie emozioni e desideri, la capacità di gestire consapevolmente ciò che sentiamo e facciamo

Nel mondo di oggi, la quantità di pressione a cui siamo sottoposti nella nostra vita quotidiana può ostacolare la nostra capacità di controllare le nostre emozioni emozioni e, di conseguenza, le nostre azioni. Il che può tradursi in un uso meno frequente delle nostre capacità di autocontrollo e autoregolamentazione.

Mangiare, usare dispositivi elettronici, fare sport, uscire con gli amici e lavorare sono solo alcune delle attività quotidiane che le persone fanno e che ci avvantaggiano, ma che in un certo momento possono diventare qualcosa di negativo che ci porta a sentire gravi livelli di disagio. Ed è davvero spiacevole sentire che la tua stessa vita ti sta sfuggendo di mano, che ciò che hai gestito più o meno bene prima ora è in grado di sopraffarti e non sai cosa puoi fare.

Chiedere Aiuto

È in quel momento, quando ci sentiamo sopraffatti, quando chiedere aiuto diventa la soluzione migliore, perché se continuiamo a combattere da soli contro quelle emozioni che ci fanno perdere il controllo, forse il nostro disagio ne risentirà di più, e la nostra frustrazione probabilmente aumenterà.

Qualsiasi perdita di controllo è direttamente correlata all'equilibrio emotivo, quindi lavorare con le emozioni è assolutamente necessario per iniziare a camminare verso il benessere.

Oltre a questo, non dobbiamo dimenticare che il modo in cui pensiamo è ciò che generalmente ci fa provare alcune emozioni o altre, quindi lavorare con i nostri pensieri è un altro fattore essenziale per il tempo di lavoro e migliorare le nostre capacità di autocontrollo e autoregolamentazione.

Ascolta questo podcast n. 15 in cui parliamo di pensieri trappola.

Nell'IEPP attribuiamo grande importanza al fatto di fare un buon lavoro con le emozioni, con l'intento di aumentare i livelli di benessere. Da qui, vogliamo che impari a conoscerti meglio e ad essere in grado di gestire i tuoi stati, in modo da raggiungere buoni livelli di benessere nella tua vita quotidiana.

Quindi, se stai cercando uno psicologo@ perché ritieni di aver perso il controllo su alcuni aspetti della tua vita e desideri una guida su come riacquistare la proprietà/ A seconda dei tuoi pensieri, delle tue emozioni e delle tue azioni, puoi contattarci senza alcun impegno e dirci cosa ti preoccupa. 

También te puede interesar

Introspezione: la chiave per una vita più felice e creativa

Ti sei mai chiesto cosa pensi, senti e desideri veramente? Ti sei mai fermato a riflettere sulle tue motivazioni, le tue emozioni, i tuoi valori?…

La noia: un'opportunità per la creatività e il benessere

La noia è un sentimento universale, che tutti abbiamo provato almeno una volta nella vita. Ci si annoia quando non si trova nulla di interessante…